COME FABBRICHIAMO I NOSTRI JEANS III: LAVAGGIO E TRATTAMENTI

Se ancora non le hai lette, scopri prima la parte 1 e la parte 2 di Come fabbrichiamo i nostri jeans. Concepiamo la fabbricazione di jeans da uomo in tre fasi. Innanzitutto, il denim viene realizzato partendo dal cotone. Quindi, viene cucito sotto forma di jeans. Infine, si giunge al lavaggio e ai trattamenti in lavanderia. Questa è la parte che preferiamo. Il denim prende davvero vita solo quando sbiadisce. È un cambiamento naturale che avviene quando lo si indossa (scopri di più sul come e sul perché qui). Tuttavia, ottenere la giusta sfumatura può richiedere anni. Per fortuna, i moderni processi di trattamento ci consentono di velocizzare la procedura e, grazie all'innovazione tecnologica e alla maestria della lavorazione tradizionale, siamo diventati esperti nel ricreare jeans dal look autentico e vissuto.

Carattere forgiato in lavanderia

Un effetto scolorito naturale può essere riprodotto in molti modi. A seconda del risultato desiderato, lavoriamo con una serie di trattamenti diversi. Ogni paio di jeans può essere soggetto a ben 16 operazioni manuali differenti.

Effetto interamente scolorito: lavaggio con pietra e trattamento con ozono

Per un effetto interamente scolorito uniforme, usiamo sia il lavaggio tradizionale, con o senza piccole pietre pomice, sia il trattamento con ozono. Quest'ultimo è un innovativo metodo di bucato in cui un gas, in questo caso l'ozono, sostituisce l'acqua per schiarire il colore del denim. Il lavaggio con ozono, una pietra miliare della nostra iniziativa Low Impact Denim, ci aiuta a raggiungere i nostri obiettivi di riduzione del consumo di acqua ed energia di almeno il 40% e il 30% rispettivamente nel processo di trattamento.

Effetto scolorito localizzato: candeggio, sabbiatura e metodi innovativi

Per ottenere un effetto scolorito localizzato, è possibile applicare un agente sbiancante con una spazzola o uno spray. Tra i trattamenti più riconoscibili ci sono le linee di schiaritura all'altezza delle cosce dei jeans. Queste linee caratteristiche, note anche come baffi, si ottengono normalmente utilizzando carta vetrata o laser. Come ormai avrai capito, mettiamo tutto il nostro impegno per ricreare nei nostri jeans un look naturalmente vissuto. Replichiamo persino l'effetto 3D delle pieghe naturali; sui jeans viene applicata una sostanza liquida cerosa chiamata resina per mantenere le grinze create sui manichini. I jeans passano quindi per un grande forno industriale a 160 °C che indurisce la resina.

Il tocco finale: la rifinitura

Per quanto i processi possano essere gli stessi, il risultato finale di ogni paio di jeans sarà sempre diverso: è proprio questo il bello dopotutto! Quando ogni paio di jeans presenta i propri tratti distintivi, manca solo l'ultimo tocco per terminare. In questa ultima fase, quella di rifinitura, si aggiungono le toppe rimanenti, i bottoni e i cartellini e i jeans vengono imballati all'interno di scatoloni.